sabato, Gennaio 29contatti +39 3534242011

Autore: Monica Riccio

Peste Suina: Informativa della Regione Umbria su azioni di contrasto e prevenzione

Peste Suina: Informativa della Regione Umbria su azioni di contrasto e prevenzione

Ambiente, Regione Umbria, Salute, Top1
Tutti gli strumenti messi in campo sul territorio regionale L’odierna conferenza stampa sull’incidenza settimanale dell’epidemia da Covid è stata anche l’occasione per parlare delle azioni promosse per contrastare e prevenire la peste suina. Lo comunica una nota dell’Agenzia di Stampa della Regione Umbria. Sull’argomento, l’Assessore alla salite, Luca Coletto – fa sapere la Regione - ha confermato che l’Umbria non è interessata al momento da questo fenomeno ed ha comunicato che con l’Assessorato regionale all’Agricoltura si stanno coinvolgendo le associazioni venatorie per l’effettuazione di prelievi e per il monitoraggio del territorio, nonché per la rimozione e l’analisi delle carcasse di cinghiali.  Dal 2020 in Umbria è attivo uno specifico Piano di sorveglianza e prevenz...
Bufera sulla assessora Sartini. Posta Hitler e la Lega la sospende

Bufera sulla assessora Sartini. Posta Hitler e la Lega la sospende

Politica, Top2
Una vera e propria bufera è quella che si è abbattuta su Angela Maria Sartini, assessora in quota Lega Umbria del comune di Orvieto. Sartini, che detiene le deleghe a Politiche e Servizi Sociali, Famiglia, Scuola, Istruzione e Formazione, Giovani e Futuro, Pari Opportunità e Politiche di genere, ieri sera ha postato sul proprio profilo social una foto che raffigurava Adolf Hitler al telefono e sulla foto una scritta «Ciao Mario volevo farti i complimenti». Da qui si è scatenato un tam tam politico e civico che ha definito «inaccettabile», «gravissimo» quanto postato dalla assessora con, in alcuni casi, anche richieste di dimissioni o revoca delle deleghe, con appelli alla sindaca Roberta Tardani a che prenda posizione in merito. Immediata è arrivata la replica della Lega Umbria: «...
Orvieto Scalo piange Ferruccio Gobbino, una vita tra edicola e calcio

Orvieto Scalo piange Ferruccio Gobbino, una vita tra edicola e calcio

Persone, Top2
Ferruccio Gobbino ci ha lasciato nelle prime ore del mattino di venerdì 21 gennaio. Se n'è andato lontano dalla sua Orvieto Scalo, là dove una serie di problemi di salute che nel tempo si erano aggravati lo avevano portato negli ultimi tempi, al "Santa Maria" di Terni. Storico titolare della edicola della Stazione Ferroviaria di Orvieto, Gobbino, 79 anni, aveva chiuso l'attività nel 2007, dopo una vita passata tra quotidiani e riviste. Quando Ferruccio lasciò l'edicola, dopo averci lavorato per oltre 50 anni, prima come aiutante e poi come edicolante titolare, la gestione dei giornali passò al bar della stazione e solo in seguito fu nuovamente riaperta da altri. Dal primo treno della mattina, fino all'ultimo del pomeriggio, Ferruccio era lì, dentro quella minuscola edicola interna a...
Chiude la storica edicola del centro dello Scalo

Chiude la storica edicola del centro dello Scalo

Persone, Top3
Il centro abitato di Orvieto Scalo, quello nato e sviluppatosi ai piedi della rupe di Orvieto, nei dintorni della stazione ferroviaria, della funicolare, della chiesa di Sant'Anna, dove la vita da sempre scorre tra viale I Maggio e via Sette Martiri, perde un altro pezzetto della propria storia di comunità. Stavolta a chiudere la saracinesca è l'edicola storica della famiglia Papini, da 12 anni gestita da Tania Graziani. Il 31 dicembre Tania, 55 anni, orvietana con origini piemontesi, ha chiuso per l'ultima volta la vetrina e ora sta lavorando allo svuotamento dei locali. «Fin da prima del Covid ho provato a vendere la licenza – spiega – e qualcuno devo dire era anche interessato, anche se più del prezzo chiedevano tutti quanto fosse l'impegno giornaliero. Che è tanto. Poi – racconta ...
Orvieto, la truffa del “falso incidente” costa 3000 euro a un anziano

Orvieto, la truffa del “falso incidente” costa 3000 euro a un anziano

Cronaca, Sociale, Top3
Sanno parlare bene, sanno come arrivare alla testa le persone, conoscono abitudini e perfino spostamenti e dettagli, e quando colpiscono difficilmente non fanno bottino. A restare vittima di una della tante bande del “finto incidente”, lunedì 17 gennaio, un anziano orvietano di 85 anni che durante la mattina ha ricevuto una chiamata sul proprio cellulare, e da quel momento è sprofondato in un incubo. L'uomo dall'altro capo del telefono si è qualificato come avvocato e ha raccontato all'anziano, un vedovo che vive solo, che il proprio figlio era rimasto coinvolto in un incidente, che aveva investito una persona che ora si trovava in fin di vita e che avrebbe rischiato l'arresto ma che pagando una certa cifra tutto questo si sarebbe potuto evitare. L'anziano è andato nel panico e...
Orvieto, Beatrice Casasole lascia il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia e entra nel Misto: «incompatibilità con il capogruppo»

Orvieto, Beatrice Casasole lascia il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia e entra nel Misto: «incompatibilità con il capogruppo»

Politica, Top2
Dopo un pomeriggio di battibecchi vari a Orvieto si è spaccato il gruppo consiliare Fratelli d'Italia e la consigliera Beatrice Casasole, oggi martedì 18 gennaio, ne ha annunciato l'uscita per confluire nel gruppo Misto. «In seguito alle inopportune dichiarazioni del presidente del consiglio comunale di Orvieto e capogruppo del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia, Umberto Garbini, rilasciate nel corso della conferenza stampa di fine /inizio anno e reiterate in una intervista a un sito di informazione locale - affida tutto ad un comunicato la consigliera Casasole -  prese le distanze da tali affermazioni e preso atto dell’incompatibilità con il modo di fare politica del capogruppo Garbini comunico la mia decisione di lasciare il gruppo di Fratelli d’Italia pe...
Castel Giorgio, i carabinieri del Nas sanzionano casa di riposo per violazioni tutele sul lavoro

Castel Giorgio, i carabinieri del Nas sanzionano casa di riposo per violazioni tutele sul lavoro

Cronaca, Top3
Ad una donna orvietana di 55 anni, titolare di una casa di riposo, è costata una sanzione per complessivi 3800 euro la rilevazione di alcune violazioni penali in materia di infortunio sui luoghi di lavoro. A scoprire la situazione, ieri, giovedì 13 gennaio, i militari dell’Aliquota Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Orvieto, in collaborazione con il personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Terni e del Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e Sanità di Perugia, nel corso di un servizio finalizzato al controllo del rispetto delle norme sul lavoro, sanitarie e di sicurezza sui luoghi di lavoro.
Un fiocco rosa al “Santa Maria della Stella” di Orvieto saluta il 2021

Un fiocco rosa al “Santa Maria della Stella” di Orvieto saluta il 2021

Persone, Top1
E' la piccola Aurora l'ultima nata del 2021 all'ospedale "Santa Maria della Stella" di Orvieto. La neonata è venuta alla luce alle 22.38 del 31 dicembre, dopo parto spontaneo, gode di ottima salute e pesa 3 chili e 600 grammi. Nessuna nascita, invece, è stata ancora annunciata alle 17 del primo gennaio, all'ospedale di Orvieto. Il primo o la prima nat* a Orvieto nel 2022 si fa attendere.  Vector Shiny Pink Satin Gift Bow Close up Isolated on White Background  
Francesca, Sofia e Lorenzo i primi bambini orvietani vaccinati. I genitori: “abbiamo avuto paura ma per noi è importante vaccinarsi”

Francesca, Sofia e Lorenzo i primi bambini orvietani vaccinati. I genitori: “abbiamo avuto paura ma per noi è importante vaccinarsi”

Persone, Salute, Top3
Cinzia e Maurizio, 45 e 47 anni, moglie e marito orvietani, non hanno avuto dubbi, e quando si sono aperte le porte del centro vaccinale di Bardano anche per i bambini, hanno subito portato i loro tre figli a ricevere la prima dose. Francesca, 11 anni e in 5a elementare, e i suoi fratelli gemelli Sofia e Lorenzo, 5 anni ancora alla scuola dell'Infanzia, sono stati i primi bambini ad essere vaccinati a Orvieto, il giorno dopo l'apertura delle somministrazioni alla fascia 5-11 anni.  «Siamo stati i primi a riuscire a vaccinare i bambini a Orvieto e ne andiamo fieri - racconta mamma Cinzia - e seppur piccoli anche i nostri figli hanno capito l'importanza della vaccinazione, si sentono parte importante della società vaccinata, per riprendersi un po' di vita. Vorremmo dire ...
Coronavirus: vaccine day 5 dicembre, alle ore 17,30 somministrate 4.247 dosi

Coronavirus: vaccine day 5 dicembre, alle ore 17,30 somministrate 4.247 dosi

Coronavirus, Regione Umbria, Salute
Grande affluenza al vaccine day di domenica 5 dicembre in Umbria. Alle ore 17.30, circa due ore prima della chiusura dei centri, sono state somministrate 4.247 dosi, vicini all'obiettivo fissato dal Commissario nazionale Figliuolo che prevedeva per l'Umbria 4390 vaccinazioni. L'affluenza è stata regolare fino alle ore 13.30 in tutti i centri della regione mentre nel pomeriggio si sono formate alcune code legate al fatto che l'adesione era senza appuntamento. Gli operatori dei punti vaccinali hanno garantito le somministrazioni a tutti, nei limiti delle disponibilità di dosi. Nei casi in cui l'affluenza è stata decisamente superiore alle dosi disponibili, i cittadini sono stati invitati a tornare a casa per evitare inutili attese. In particolare, al punto vaccinale di Terni son...