venerdì, Luglio 23contatti +39 3534242011

Opinioni

Aborto farmacologico, la Rete Umbra per l’Autodeterminazione si rivolge alla politica

Aborto farmacologico, la Rete Umbra per l’Autodeterminazione si rivolge alla politica

Opinioni, Politica, Salute
Oggi, 15 luglio, è la data scelta per presentare un ordine del giorno comune nei diversi Comuni umbri, sul tema dell'aborto farmacologico e della piena applicazione della L.194/78. Orvieto aderisce all'iniziativa attraverso i consiglieri del Partito Democratico ( che ad ottobre 2020 avevano già depositato una mozione sull’argomento qui trattato) con unità di intenti e per una azione comune con altri consiglieri di 14 Comuni dell'Umbria, per riportare all'attenzione della politica, delle istituzioni e della cittadinanza - ad un anno dalla grande manifestazione di Perugia del 21 giugno 2020 che ha mobilitato migliaia di donne, di giovani e persone di tutte le età - la legge 194/78 e le Linee di Indirizzo nazionali sull’aborto farmacologico, che ancora oggi non vengono applicate. N...
Barbabella. Interrogazione in merito al trasferimento del Centro vaccinale

Barbabella. Interrogazione in merito al trasferimento del Centro vaccinale

Opinioni, Politica, Top1
Riceviamo e pubblichiamo a firma del consigliere comunale Franco Raimondo Barbabella Il fatto di partenza è noto: la USL Umbria 2 chiude il Centro vaccinale di Bardano con decisione improvvisa, senza avvertire preventivamente il Sindaco e contringendolo ad una affannosa ricerca di soluzione - che viene trovata tempestivamente, se ne deve dare atto – dopo avere subito anche il diniego della Provincia per l’uso dei suoi locali. Ne sono derivate difficoltà nell’organizzazione della vaccinazione, anche queste superate, e soprattutto però ne è derivato lo sconcerto per come si sono svolti i fatti, che hanno dato la netta impressione di una città che tutti trattano come se non appartenesse al sistema istituzionale provinciale e umbro, qualcosa di lontano, da non considerare, senza un ruol...
Lettera aperta: “fateci riabbracciare i nostri cari nelle Rsa”

Lettera aperta: “fateci riabbracciare i nostri cari nelle Rsa”

Coronavirus, Opinioni, Sociale
Mi chiamo Stefania Baccello e allego questa lettera aperta indirizzata al Presidente Draghi e a tutte le istituzioni per porre all' attenzione generale (o almeno provare) la situazione delle RSA ,degli operatori che vi lavorano,degli anziani che vi soggiornano e delle loro famiglie tutti  ostaggio di decreti vecchi e restrittivi che non tengono conto della nuova situazione. Nessuno, da mesi, si è preoccupato di inserire nei nuovi decreti delle norme che regolino le visite dei parenti agli ospiti delle RSA alla luce dei vaccini fatti e delle seppur parziali riaperture nei vari campi del vivere quotidiano. Spett.le Presidente Draghi Spett.li rappresentanti delle Istituzioni Domenica 9 maggio sarà la Festa della Mamma. Da alcuni anni mia madre, rimasta vedova e non più totalmente...
Sanità, lettera aperta dei consiglieri di minoranza al sindaco

Sanità, lettera aperta dei consiglieri di minoranza al sindaco

Opinioni, Politica, Top1
I consiglieri di minoranza Franco Raimondo Barbabella, Cristina Croce, Giuseppe Germani, Federico Giovannini e Martina Mescolini hanno scritto una lettera aperta indirizzata alla sindaca Roberta Tardani sullo stato della Sanità a Orvieto. Gentile Sindaco, abbiamo appreso l’altro ieri dai giornali delle sue valutazioni e delle sue richieste relativamente alla sanità orvietana e in particolare all’ospedale in occasione della sua audizione in terza Commissione consiliare regionale in vista della stesura del nuovo PSR (Piano Sanitario Regionale). Viene riportata in particolare una frase come questa: “L’ospedale non riesce a rispondere alle esigenze dei cittadini del comprensorio”, che di per sé riassume un pensiero di forte allarme, rafforzato anche dalle dichiarazioni di oggi. ...