giovedì, Febbraio 22contatti +39 3534242011

Il Pialletto d’Oro 2023 all’artigiana del merletto Loretta Lovisa

Tempo di lettura: 2 Minutei

E’ andato nelle mani di Loretta Lovisa, 73 anni, orvietana, artigiana del merletto, il “Pialletto d’Oro” edizione 2023. L’evento, che tradizionalmente apre i festeggiamenti del santo patrono della città di Orvieto, San Giuseppe, patrono degli artigiani, è stato come di consueto organizzato dalla Cna – Conferedazione Nazionale dell’Artigianato – Orvieto, e coordinato da Claudio Pagliaccia, responsabile per il territorio orvietano e si è svolto ieri, nella sala consiliare.

Fin da bambina Loretta Lovisa, ha imparato l’arte antica del lavoro all’uncinetto e del ricamo, seguendo gli insegnamenti della madre Marcella. Appassionata e particolarmente portata, non ha mai smesso di lavorare e creare preziosi centri e pregiati capolavori dell’arte del merletto orvietano. Recentemente sono state le sue mani a impreziosire una borsa Fendi grazie ad un intarsio in merletto applicato. «Dedico questo premio alla mia famiglia, a mio marito, ai miei figli che mi hanno sempre supportato. Per me è un sogno che si avvera». Il premio Cna alla Carriera è andato al fornaio Giampiero Rossetti, classe 1949, nato a San Venanzo e cresciuto accanto alla famiglia che da un mulino ha poi creato l’attività di famiglia. Oggi Rossetti può vantare quattro punti vendita e 22 dipendenti. Il premio Cna Ad Honorem intitolato alla memoria di Renzo Anselmi, dirigente scomparso dieci anni fa, è andato al Comitato CiCasco attivo nel volontariato, nel sociale, con l’obiettivo principale dell’inclusione. Nato durante la pandemia da Covid, CiCasco lavora al fianco delle associazioni del territorio affinché tutti possano godere della stessa libertà di azione, per una inclusione sociale come superamento dei limiti. Il premio “Botteghe Antiche” conferito dal comune di Orvieto è andato a due attività storiche della città, la Tipografia Marsili attiva dal 1870, e la Merceria Pollegioni aperta nel 1978. La borsa di studio del valore di 1200 euro messa a disposizione dalla famiglia Conticelli, in memoria di “Marcello Conticelli”, è stata consegnata nella sua terza edizione a Nicolò Fratoni, miglior studente uscito dalla maturità all’Istituto Professionale di Orvieto, ramo assistenza tecnica. Un premio speciale Cna lo ha voluto consegnare ad una dipendente, Silvana Cirica, storica impiegata simbolo di appartenenza al lavoro.

Di particolare rilievo l’intervento del vescovo della Diocesi Orvieto-Todi Gualtiero Sigismondi, che insieme alla sindaca Roberta Tardani era presente alla premiazione: «L’artigiano è fare, pensare ma anche sognare. Così come San Giuseppe, quando ha saputo di Maria, non è scappato, ma si è fermato a pensare, poi ha sognato e poi ha fatto. L’artigiano è questo, pensa, sogna e fa».

La fotogallery

(Visited 180 times, 1 visits today)

SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com