domenica, Giugno 23contatti +39 3534242011

Incidente in uno scavo a Viceno. Morto un operario di 36 anni

Tempo di lettura: 1 Minuto

Un operaio di 36 anni, Carlo Clemente, residente a San Martino Valle Caudina (Avellino) ma originario di Benevento, è morto ieri pomeriggio in seguito a un incidente sul lavoro che si è verificato in un cantiere in località Viceno, in zona Romealla, al confine tra i comuni di Orvieto e Castel Viscardo. L’uomo, operaio di una ditta subappaltatrice della Snam, avrebbe perso la vita mentre era impegnato in lavori di posizionamento di un metanodotto.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti – sull’episodio indaga direttamente la Usl Umbria 2 con il supporto del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Orvieto – sarebbe caduto, probabilmente dopo essere scivolato, in uno scavo profondo circa 5 metri ai bordi del quale stava lavorando. Fatale per il trentaseienne, il gravissimo trauma cranico riportato nell’impatto con il terreno. Nulla hanno potuto infatti i sanitari del 118 accorsi sul luogo dell’incidente, se non costatarne il decesso. Sul posto, oltre ai sanitari, alla squadra Usl e agli agenti del Commissariato, erano presenti anche i Vigili del Fuoco del distaccamento di Orvieto impegnati nel recupero del corpo dell’operaio. Del fatto è stata informata l’autorità giudiziaria di Terni, che, presumibilmente nelle prossime ore, deciderà o meno se disporre l’esame autoptico sulla salma del trentaseienne. Secondo quanto si apprende sarebbero tutte concordi sulla tragica fatalità dell’accaduto, le prime testimonianze rese agli inquirenti da parte degli operai che si trovavano nei pressi dello scavo.


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com