martedì, Maggio 17contatti +39 3534242011

Presentato il XII “Memorial Luca Coscioni”

Tempo di lettura: 6 Minutei

Si terrà domenica 1° maggio ad Orvieto il 12° Memorial Internazionale “Luca Coscioni”. Evento sportivo intitolato alla memoria del ricercatore e atleta orvietano malato di Sla scomparso nel 2006 a soli 38 anni, organizzato da: Libertas Orvieto, Comune, Associazione “Luca Coscioni” e dalla famiglia Coscioni con la collaborazione della Fidal e del Comitato regionale umbro del Coni.Come lo scorso anno anche l’edizione 2022 del Memorial “Luca Coscioni” ripropone la formula della Gara Podistica 5 km Nazionale Omologata e Campionato Regionale Assoluti e Master anziché di Meeting Internazionale di atletica leggera (M/F). 

L’evento è stato presentato questa mattina presso la Sala Consiliare del Comune di Orvieto dal Sindaco, Roberta Tardani, da Marco Gentili Co-Presidente dell’Associazione “Luca Coscioni per la ricerca scientifica” in  audio messaggio, Flavia Panzieri rappresentante dell’Associazione, Sergio Viola Presidente dell’Atletica Libertas Orvieto e Marco Bracaletti Segretario, Carlo Moscatelli Assessore allo Sport e Presidente regionale della FIDAL Umbria e Anna e Rodolfo Coscioni, genitori di Luca. 

“Con grandissimo piacere presentiamo questo evento a cui sono molto legato insieme con Alessandro Bracciali vero ideatore, che oggi non è presente per motivi di lavoro” ha esordito Carlo Moscatelli, Assessore allo Sport e Presidente regionale della FIDAL Umbria. “Lo scorso anno siamo partiti con l’esperienza su strada perché per le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria non potevamo farlo su pista, ma dicemmo di ansare avanti. Infatti non ci siamo fermati alla corsa su strada perché sabato prossimo, circa 400 ragazzini in età scolare parteciperanno al campionato regionale di società di atletica leggera e gareggeranno sulle nostre piste. Domenica pomeriggio avremo anche la seconda tappa per le scuole elementari delle festa Arcobaleno. La mattina di domenica sarà la volta della 5 km della corsa su strada certificata dalla Federazione. Quindi sarà una festa variopinta. Va aggiunto che quest’anno i 5 km del Memorial Coscioni sono valevoli per la categoria Master del titolo regionale”. “Passando alle atlete e atleti in gara citiamo: Elisa Bortoli (C.S. Esercito) classe 1994 vincitrice del titolo indoor nei 3000 metri ad Ancona nel 2020, Silvia Tamburi (Atl Avis Perugia), Elena Bazzoni e due atlete keniane, la nostra Valeria Pedetti pluricampionessa italiana ed europea. In campo maschile Kabergei Brigid Jalino e Jerotich Lenah del Kenya, Federico Mogetti e Alessio Buraccioni giovani orvietani e grandi promesse della Libertas Orvieto, Fabio Conti (Atl Winner Foligno), tra i migliori regionali, Stefano Ghedda (Trevisatletica), Valter Fauci e un nutrito gruppo di keniani di assoluto valore Yusef Dibbassy, Leonce Bukuro, Mike Kipruto, Simon  Kibet Loitanyang e ancora, Gabriele Frescucci alfiere degli atleti orvietani oggi tesserato a Bari”. 

“Da Presidente regionale della FIDAL Umbria – ha concluso – sono molto coinvolto in queste manifestazioni che la Fidal Umbria sta organizzando in modo sempre più numeroso nella nostra regione. In questo panorama il ‘Memorial Luca Coscioni’ riveste un posto di prim’ordine ed ha aperto la strada a queste grandi manifestazioni dell’atletica leggera nazionale nella nostra città, sempre più punto di riferimento a livello nazionale. Da questo 12° Memorial, grazie al bel ricordo di Luca, siamo certi di confermare ancora questo successo, in attesa di poter tornare presto a portare l’atletica”.“Mi spiace di non essere presente di persona a questo Memorial – queste le parole dell’audio messaggio di Marco Gentili, Co-Presidente dell’Associazione ‘Luca Coscioni’ – ma ‘tornare’ a Orvieto, a circa 100 chilometri dal mio paese, nel ricordo di Luca Coscioni, giovane ricercatore universitario malato di Sla e pensare al nostro Marco Pannella è una grande emozione che guarda nel futuro dell’innovazione e della ricerca scientifica. Due grandi uomini che hanno percorso strade intense e piene di insidie ma che lasciano a noi la staffetta nel ripercorrerla, passo dopo passo, senza mai lasciarci sopraffare dall’impossibilità e dal pensiero del non raggiungere i nostri obiettivi, ma anzi, dandoci sempre più forza e vigore nel credere nei nostri ideali, i quali ci hanno permesso di ritrovarci oggi tutti insieme a celebrare questo dodicesimo Memorial. Sono persone che si son contraddistinte per la loro eccellenza morale ed intellettuale, continuando a pagare il prezzo della negazione di coscienza, che ha consentito a leggi oscurantiste di sopravvivere fino ad oggi. In questi anni di distanza che sono trascorsi dalla morte prima dell’uno poi dell’altro, posso con orgoglio affermare che abbiamo raggiunto molteplici obbiettivi, sempre guidati dagli ideali di questi due personaggi, il loro coraggio era dato dall’annunciare un’antropologia fondata sulla libertà individuale e non esclusivamente dai dogmi di natura. La salvaguardia e il rispetto dei diritti e delle libertà dell’uomo, insieme alla garanzie dello stato sociale fanno sì che oggi, tutti insieme, continuiamo a batterci per le loro idee e la loro perseveranza. Vorrei ringraziare sentitamente tutti voi, atleti e spettatori, nel portare avanti con entusiasmo questo Memorial, al quale, a 20 anni  dalla fondazione del’Associazione che porta il suo nome, sono fiero di avere la possibilità di partecipare. Grazie a tutti”. 

“E’ un piacere essere oggi ad Orvieto per presentare il 12° Memorial in nome di Luca Coscioni  – ha detto la rappresentante dell’Associazione Luca Coscioni, Flavia Panzieri – un appuntamento importante sia come avvenimento sportivo sia come evento che ci permette di ricordare chi era Luca, quando ancora poteva correre e, una volta colpito dalla malattia, con quanta tenacia riuscì da sé stesso a dimostrare che quella la sua vita non era più vita e ad iniziare una battaglia per il riconoscimento del diritto del malato a dire basta. Nel momento in cui celebriamo un momento di attività sportiva come il Memorial, che è espressione di energia vitale dobbiamo ricordare infatti che ci sono persone che sono fortemente limitate nella propria esistenza. Durante la scorsa estate abbiamo registrato un’alta partecipazione alla raccolta di firme a sostegno della proposta referendaria lanciata dall’Associazione per dare la possibilità alle persone di scegliere la fine della propria vita e proprio ad Orvieto sono state raccolte un terzo delle firme raggiunte in questa regione. E’ importate riconoscere il diritto di decidere quando porre fine ad una vita di sofferenze. Continueremo la nostra battaglia attraverso i canali parlamentari per raggiungere questo riconoscimento. Abbiamo visto che c’è una forte coscienza collettiva nel nostro Paese degna di una popolo civile. Quando celebriamo gli atleti quindi, dobbiamo pensare anche che quello che Luca ha subito affinché non si ripeta. Il suo è stato un impegno prima e dopo la morte. Ringrazio il Sindaco di Orvieto, l’Amministrazione, la famiglia Coscioni e tutta l’organizzazione del Memorial a cui auguro un grande successo”.

Da parte sua Sergio Viola, Presidente dell’Atletica Libertas Orvieto ha parlato di “un percorso velocizzato, più snello e veloce quello del Memorial 2022, da cui si attendono i risultati migliori. Ringrazio il Co-Presidente del’Associazione Luca Coscioni, Marco Gentili e Flavia Panzieri per le parole molti toccanti che hanno avuto verso questa manifestazione. Il mio ringraziamento va a tutti, alla famiglia Coscioni, all’Amministrazione Comunale, alla Polizia Locale, alla Protezione Civile, il Panathlon Umbria e Orvieto, sempre molto vicini, il gruppo giudici orvietani, gli sponsor e tutti i sostenitori”. 

Ha parlato infine di “giusto riconoscimento per un impegno che dura da molto tempo e che deve andare ancora avanti” il Sindaco, Roberta Tardani che ha aggiunto: “già quando istituimmo il Memorial Luca Coscioni di Atletica Leggera non pensavamo di limitarci alla sola competizione sportiva ma a cogliere il terreno di sfida che questa manifestazione ci proponeva, ovvero: veicolare il più possibile i messaggi di Luca Coscioni portati avanti dall’Associazione a lui dedicata. La libertà di scelta è un diritto da affermare sempre, quindi sono molto felice di aver collaborato con Carlo Moscatelli all’istituzione di questo appuntamento che negli anni è cresciuto sempre di più, consapevoli delle difficoltà che si potevano incontrare ma sempre più determinati ad andare avanti. Il Memorial è un evento in cui crediamo molto e che è stato gestito egregiamente. Le difficoltà affrontate da tutti noi negli ultimi due anni non hanno impedito di onorare tale impegno da tutti i punti di vista, e grazie alla collaborazione e al tessuto sociale positivo che c’è ad Orvieto lo sport orvietano è potuto ripartire alla grande sin da subito, peraltro Orvieto è stata tra le prime realtà in Italia a poterlo fare e anche di questo ne siamo orgogliosi. Le prossime giornate del weekend del 1° Maggio sono quindi importanti per lo sport orvietano e nazionale e ci faranno nuovamente provare il senso di comunità e coesione sociale. Perciò l’impegno intrapreso 12 anni fa andrà avanti con lo stesso slancio ”.  

(Visited 13 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.