lunedì, Giugno 14contatti +39 3534242011

Filippetti, sindaco di Parrano su incontro con De Fino: «Io ho visto un’altra riunione»

Tempo di lettura: 2 Minutei

In merito a quanto riferito dall’ufficio stampa della Usl Umbria 2 circa l’incontro che si è tenuto, venerdì 21 maggio, in sala consiliare tra i sindaci del territorio orvietano e il direttore generale della Usl Umbria 2, Massimo De Fino, Valentino Filippetti, sindaco di Parrano, racconta tutta un’altra versione che di seguito pubblichiamo:

“Il 21 maggio si è tenuto l’incontro, chiesto due mesi fa, dai Sindaci dell’Orvietano con il Direttore Generale ASL Umbria 2 Massimo  De Fino. Le comunicazioni aziendali – riferisce Filippetti – lo hanno raccontato come se Asl e Sindaci dell’Orvietano abbiano  progettano la sanità del futuro, e indicato novità per il distretto sanitario e per il “Santa Maria della Stella”. Io ho visto un’altra riunione e ho capito dalla lunga relazione del dott. De Fino : che tolgono il distretto ad Orvieto, che completano il declassamento dell’ospedale, che riportano ad Orvieto i servizi che sono sul territorio.

L’unica cosa certa – continua Filippetti – sono i soldi del Ministero della Sanità che serviranno a finanziare  l’intervento di ammodernamento del Pronto Soccorso e sulle  Terapie Intensive, dove verranno creati filtri e zone grigie per il triage dei casi sospetti al fine di garantire la piena tutela della salute degli operatori sanitari e dei pazienti.

Il dott De Fino – dichiara il sindaco di Parrano – ovviamente è l’esecutore di una politica che nasce a Perugia, all’interno della Regione, che è gia stata smentita clamorosamente dall’impatto devastante del Covid 19. Al netto della disorganizzazione e dell’impreparazione evidente, che fanno dell’Umbria la maglia nera in Italia.  è evidente il fallimento delle politiche di abbandono del territorio e della concentrazione in alcuni poli ospedalieri.

Quello che ci vuole è l’esatto contrario.

Spero che la Conferenza dei sindaci prevista dall’articolo 8 della legge 11/2015 rivendichi  una inversione netta di rotta e chieda al Direttore generale di mettersi in regola con quanto previsto dall’articolo 14 della legge 11/ 2015.

Al tempo stesso eserciti quanto previsto all’articolo 8 ( d) esercita l’intesa prevista all’ articolo 38, comma 7 , sulla definizione dell’articolazione del territorio afferente all’azienda unità sanitaria locale, in distretti sanitari )

L’emergenza Covid è stata ed è una esperienza tremenda per la popolazione e per il personale che l’ha dovuta affrontare sul campo. Ma ha messo in evidenza i difetti e indicato la strada da battere.”

(Visited 34 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *