lunedì, Giugno 14contatti +39 3534242011

Evasione fiscale d’oro: sequestro preventivo della Finanza a una gioielleria per quasi 400mila euro

Tempo di lettura: 1 Minuto

Evasione fiscale di lusso scoperta dalla Guardia di Finanza di Terni che ha sequestrato conti correnti, orologi e beni di lusso per un valore di 386 mila euroa una gioiellieria che avrebbe protratto l’evasione nel tempo.

Le Fiamme Gialle ha scoperto una sistematica evasione grazie all’omesso versamento delle imposte su redditi e Iva. La società in questione – riferisce il comando provinciale – ha sede legale a Roma ma era attiva in una piazza rilevante di Terni e nelle vie centrali di Orvieto e Viterbo con proprie unità locali: i finanzieri hanno verificato che dal 2015 i legali rappresentanti della gioielleria avevano nascosto al fisco ricavi per milioni di euro con dichiarazioni ritenute infedeli. Vale a dire la completa omissione.

La finanza ha quindi aggredito – a richiedere la misura cautelare è stata la procura della Repubblica di Terni, poi il via libera del Gip – beni e valori di immediata liquidità per quasi 400 mila euro. Il sequestro preventivo di gioielli e orologi in vendita ha riguardato tutte le sedi della gioielleria locali per un importo di circa 340 mila euro, più i conti correnti intestati alla società.

(Visited 253 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *