sabato, Dicembre 10contatti +39 3534242011

Coronavirus: modalità di somministrazione nuovi vaccini

Tempo di lettura: 2 Minutei

Sono state definite dalla Regione Umbria le modalità di prenotazione e somministrazione dei vaccini bivalenti Comirnaty (Pfizer) e Spikevax (Moderna) in grado di indurre una risposta anticorpale maggiore di quella del vaccino monovalente originario sia nei confronti della variante Omicron BA.1 che delle varianti BA.4 e BA.5. Accogliendo il parere espresso dall’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), AIFA ha infatti approvato il loro utilizzo come dose di richiamo, nei soggetti di età superiore a 12 anni, che abbiano almeno completato un ciclo primario di vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19.

Lo comunica una nota della Regione secondo cui la formulazione bivalente Original/Omicron BA.1 dei due vaccini a m-RNA, Comirnaty e Spikevax, è raccomandata in via prioritaria:

– a coloro che sono ancora in attesa di ricevere la seconda dose di richiamo, in base alle raccomandazioni e le tempistiche già previste per la stessa, includendo anche operatori sanitari, operatori e ospiti delle strutture residenziali per anziani e donne in gravidanza;

– a tutti i soggetti di età uguale o superiore a 12 anni ancora in attesa di ricevere la prima dose di richiamo, indipendentemente dal vaccino utilizzato per il completamento del ciclo primario, con le tempistiche già previste per la stessa.

In Umbria, fa sapere la Regione, la popolazione potenziale è di 229.935 soggetti di cui 26.224 sono soggetti fragili. Gli over 60 con ciclo primario sono 203.711 dei quali 171.982 devono fare la quarta dose.

L’organizzazione regionale opera con le stesse modalità adottate finora.

Nei Punti vaccinali ospedalieri viene somministrato il vaccino per il personale del SSR e per i soggetti fragili seguiti dai centri ospedalieri.

Tutti i cittadini aventi diritto possono prenotarsi mediante il portale https://vaccinocovid.regione.umbria.it/ e ricevere il vaccino nei Punti vaccinali territoriali.

Le prenotazioni per i nuovi vaccini sono possibili da martedì 13 settembre e le prime somministrazioni avverranno da giovedì 15 settembre.

La prossima settimana è programmato l’incontro per perfezionare l’accordo con le farmacie, a cui potranno recarsi tutti i cittadini tranne i soggetti fragili.

La settimana successiva verranno perfezionate le modalità organizzative con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta per la vaccinazione presso i loro studi e a domicilio.

Le consegne dei vaccini sono le seguenti: Pfizer (Comirnaty): 66.240 il 9 settembre e ne arriveranno altre 66240 la prossima settimana

Moderna (Spikevax): 12.600 il 13 settembre e altre 12.600 la settimana successiva

Per entrambi i vaccini sono previste consegne con cadenza settimanale.

(Visited 57 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *