domenica, Luglio 3contatti +39 3534242011

Mozione di sfiducia all’assessora Sartini. Opposizione compatta

Tempo di lettura: 1 Minuto

Riceviamo e pubblichiamo la mozione di sfiducia all’assessora Sartini promossa dai consiglieri: Cristina Croce,
Martina Mescolini, Federico Giovannini, Franco Raimondo Barbabella, Giuseppe Germani

————————————————————
I sottoscritti Consiglieri Comunali

premesso che

in data odierna appariva sul profilo facebook dell’Assessora Angela Maria Sartini, -esponente della
Lega, con deleghe a scuola, famiglia, politiche sociali giovani, futuro e pari opportunità – un post
che raffigurava Hitler intento a congratularsi, al telefono, con il Presidente del Consiglio proferendo
le parole: “ciao Mario volevo farti i complimenti”
, con riferimento palese alle decisioni dell’attuale
presidente del consiglio dei ministri nella gestione della pandemia da Covid 19;
l’assessora Sartini, che all’indomani della vittoria della Lega in Umbria postava su facebook il
ringraziamento alla Madonna, non è nuova ad esternazioni pubbliche gravemente stridenti con il
ruolo istituzionale che la stessa ricopre e con le deleghe particolarmente delicate che le sono state
assegnate, come nell’occasione in cui partecipava ad una manifestazione pubblica organizzata dalla
Lega contro il disegno di legge per combattere l’omofobia

considerato che

la “vignetta” divulgata e condivisa dall’Assessora ha chiaramente l’obiettivo e il significato di voler
equiparare le regole e le restrizioni introdotte dal Governo Draghi per contrastare il covid alla
dittatura di Hitler, creando un pericoloso quanto improprio parallelo tra le norme che cercano di
salvare più vite possibili, alla mostruosa barbarie nazista che ha causato milioni di morti e drammi
inenarrabili per i sopravvissuti;
la “vignetta”, che banalizza le sofferenze causate dai nazisti agli ebrei paragonandole alle misure
anti covid, è particolarmente dolorosa ed offensiva soprattutto in questo periodo in cui si avvicina
la giornata per la celebrazione delle vittime dell’olocausto ed è pertanto inaccettabile, a maggior
ragione se divulgata da un esponente delle istituzioni cittadine che dovrebbe avere a cuore i diritti
fondamentali delle persone e l’interesse pubblico;

quanto premesso
chiedono che

il Consiglio Comunale di Orvieto impegni il Sindaco affinchè, per tutte le motivazioni sopra
espresse ed in considerazione delle gravi esternazioni dell’assessora Sartini, del tutto incompatibili
con il ruolo svolto, provveda, con provvedimento immediato, a ritirare tutte le deleghe affidate dal
medesimo ad Angela Maria Sartini rimuovendo la stessa da tutte le cariche pubbliche che
attualmente ricopre in rappresentanza del Comune di Orvieto.

(Visited 398 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.