martedì, Dicembre 7contatti +39 3534242011

Orvietana senza freni. Vince ancora e allunga in vetta

Tempo di lettura: 6 Minutei


BASTIA – ORVIETANA 0-2

BASTIA: Alunni, Muhzani (34’st Santucci), Bibi (34’st Nardi), Baldoni (20’st Fermi), Kwarteng, Andreani, Stirati, Marchetti, Castelletti, Rosignoli, Omohonria. A disp.: Polici, Pagliarini, Buratti, Tacchilei, Sjogren, Tortoioli. All.: Caporali.

ORVIETANA: Frola, Lanzi, Biancalana (41’st Di Patrizi), Guinazu, Proietti (19’t Keita), Fapperdue, Cotigni (29’st Flavioni), Guazzaroni, Sciacca, Baracaletti, Vicaroni. A disp.: Perquoti, Barbini, Lombardelli, Cipolla, Graziani, Baci. All.: Ciccone.

ARBITRO: Bartolucci di Città di Castello (Fiordi di Gubbio – Bellucci di Gubbio).

MARCATORI: 24’st Cotigni, 47’st Sciacca.

NOTE: ammoniti: Baldoni, Marchetti (B), Guinazu, Di Patrizi (O). Recupero: pt: 3’; st: 4’.

Non si ferma la corsa dell’Orvietana che vince anche a Bastia e vede da vicino il primo, platonico, traguardo del titolo d’inverno. Ma i numeri di questa Orvietana sono tutt’altro che platonici, anzi… Migliore attacco (30 gol in 15 partite), miglior difesa, minor numero di sconfitte e maggior numero di vittorie. Insomma Ciccone, al suo esordio in Eccellenza, sta guidando un gruppo che, sebbene molti pensino sia poco numeroso, viaggia a mille e non ha intenzione di fermarsi.

La giornata poteva nascondere insidie, con il Lama vittorioso nell’anticipo e la Narnese presto in vantaggio a Marsciano, l’Orvietana non si è fatta certo impressionare. Ciccone conferma l’undici di domenica scorsa e poco ci è mancato che la partita potesse prendere una piega simile: appena quattro minuti e Bracaletti supera avversari sulla destra, vede Sciacca sotto porta e il numero 9 biancorosso a porta spalancata da due passi colpisce la traversa.

L’Orvietana gioca e pressa, prima della mezz’ora due occasioni per Vicaroni, nel primo caso colpisce male, nel secondo il suo tiro a girare è parato con un gran tuffo di Alunni. Il Bastia, orfano di Raccichini squalificato, riesce a mettere in mostra solo il talento del suo numero 11 Omohonria che per due volte, dopo aver dribblato gli avversari, prova la conclusione verso la porta, ma senza successo.

Arriva però la terza ghiottissima occasione per l’Orvietana sul finale di tempo: stavolta è Guazzaroni a servire il pallone giusto nell’area piccola, ma ancora una volta Sciacca non trova la gioia del gol, mancando di un soffio il pallone in tuffo. Incredibile come il primo tempo sia finito con la rete del Bastia inviolata.

La ripresa inizia a ritmi più lenti, bisogna attendere un quarto d’ora per il primo tiro in porta: è sempre Sciacca che riceve palla da Bracaletti, la sua posizione è defilata ma l’attaccante riesce a difendere palla ed avanzare verso la porta, ci vuole un’altra parata di Alunni per mantenere lo 0-0. L’Orvietana sembra sfatare il tabu tre minuti dopo, sulla punizione dal limite di Bracaletti spunta Fapperdue che insacca, ma l’assistente alza la bandierina e annulla, questione probabilmente di centimetri…

Ciccone toglie Proietti e inserisce Keita, provando a cambiare qualche equilibrio e cinque minuti dopo il risultato si sblocca. Ancora una grandissimo lavoro di Bracaletti sulla destra, il capitano riesce a mettere in area l’ennesimo pallone, ribattuto, ma arriva Cotigni sul secondo palo a trovare la traiettoria vincente.

La reazione del Bastia c’è, più di fisico e di carattere, ma i padroni di casa riescono a presentarsi un paio di volte dalle parti di Frola, che però non trema mai. Esce anche l’autore del gol, al suo posto Flavioni che va a prendersi il posto di esterno basso, con Biancalana che passa a centrocampo, prima di essere sostituito anche lui da Di Patrizi.

Prima del triplice fischio Vicaroni avrà un’altra occasione per segnare, Fapperdue riuscirà a sbrogliare una situazione che si stava facendo pericolosa e nel recupero ecco la meritatissima gioia per Sciacca, che esorcizza l’errore dei primi minuti, con il suo settimo gol stagionale.

Prossimo turno domenica prossima 28 novembre in casa contro la Nestor, che proprio in questa giornata ha impattato 1-1 contro la Narnese consentendo all’Orvietana di allungare a +5 in vetta alla classifica a 2 giornate dal termine del girone di andata.


BASTIA – ORVIETANA 0-2 BASTIA: Alunni, Muhzani (34’st Santucci), Bibi (34’st Nardi), Baldoni (20’st Fermi), Kwarteng, Andreani, Stirati, Marchetti, Castelletti, Rosignoli, Omohonria. A disp.: Polici, Pagliarini, Buratti, Tacchilei, Sjogren, Tortoioli. All.: Caporali. ORVIETANA: Frola, Lanzi, Biancalana (41’st Di Patrizi), Guinazu, Proietti (19’t Keita), Fapperdue, Cotigni (29’st Flavioni), Guazzaroni, Sciacca, Baracaletti, Vicaroni. A disp.: Perquoti, Barbini, Lombardelli, Cipolla, Graziani, Baci. All.: Ciccone. ARBITRO: Bartolucci di Città di Castello (Fiordi di Gubbio – Bellucci di Gubbio). MARCATORI: 24’st Cotigni, 47’st Sciacca. NOTE: ammoniti: Baldoni, Marchetti (B), Guinazu, Di Patrizi (O). Recupero: pt: 3’; st: 4’. Non si ferma la corsa dell’Orvietana che vince anche a Bastia e vede da vicino il primo, platonico, traguardo del titolo d’inverno. Ma i numeri di questa Orvietana sono tutt’altro che platonici, anzi… Migliore attacco (30 gol in 15 partite), miglior difesa, minor numero di sconfitte e maggior numero di vittorie. Insomma Ciccone, al suo esordio in Eccellenza, sta guidando un gruppo che, sebbene molti pensino sia poco numeroso, viaggia a mille e non ha intenzione di fermarsi. La giornata poteva nascondere insidie, con il Lama vittorioso nell’anticipo e la Narnese presto in vantaggio a Marsciano, l’Orvietana non si è fatta certo impressionare. Ciccone conferma l’undici di domenica scorsa e poco ci è mancato che la partita potesse prendere una piega simile: appena quattro minuti e Bracaletti supera avversari sulla destra, vede Sciacca sotto porta e il numero 9 biancorosso a porta spalancata da due passi colpisce la traversa. L’Orvietana gioca e pressa, prima della mezz’ora due occasioni per Vicaroni, nel primo caso colpisce male, nel secondo il suo tiro a girare è parato con un gran tuffo di Alunni. Il Bastia, orfano di Raccichini squalificato, riesce a mettere in mostra solo il talento del suo numero 11 Omohonria che per due volte, dopo aver dribblato gli avversari, prova la conclusione verso la porta, ma senza successo. Arriva però la terza ghiottissima occasione per l’Orvietana sul finale di tempo: stavolta è Guazzaroni a servire il pallone giusto nell’area piccola, ma ancora una volta Sciacca non trova la gioia del gol, mancando di un soffio il pallone in tuffo. Incredibile come il primo tempo sia finito con la rete del Bastia inviolata. La ripresa inizia a ritmi più lenti, bisogna attendere un quarto d’ora per il primo tiro in porta: è sempre Sciacca che riceve palla da Bracaletti, la sua posizione è defilata ma l’attaccante riesce a difendere palla ed avanzare verso la porta, ci vuole un’altra parata di Alunni per mantenere lo 0-0. L’Orvietana sembra sfatare il tabu tre minuti dopo, sulla punizione dal limite di Bracaletti spunta Fapperdue che insacca, ma l’assistente alza la bandierina e annulla, questione probabilmente di centimetri… Ciccone toglie Proietti e inserisce Keita, provando a cambiare qualche equilibrio e cinque minuti dopo il risultato si sblocca. Ancora una grandissimo lavoro di Bracaletti sulla destra, il capitano riesce a mettere in area l’ennesimo pallone, ribattuto, ma arriva Cotigni sul secondo palo a trovare la traiettoria vincente. La reazione del Bastia c’è, più di fisico e di carattere, ma i padroni di casa riescono a presentarsi un paio di volte dalle parti di Frola, che però non trema mai. Esce anche l’autore del gol, al suo posto Flavioni che va a prendersi il posto di esterno basso, con Biancalana che passa a centrocampo, prima di essere sostituito anche lui da Di Patrizi. Prima del triplice fischio Vicaroni avrà un’altra occasione per segnare, Fapperdue riuscirà a sbrogliare una situazione che si stava facendo pericolosa e nel recupero ecco la meritatissima gioia per Sciacca, che esorcizza l’errore dei primi minuti, con il suo settimo gol stagionale. Prossimo turno domenica prossima 28 novembre in casa contro la Nestor, che proprio in questa giornata ha impattato 1-1 contro la Narnese consentendo all’Orvietana di allungare a +5 in vetta alla classifica a 2 giornate dal termine del girone di andata.
Leggi tutto su: OrvietoSport
Orvietana senza freni. Vince ancora e allunga in vetta

(Visited 11 times, 1 visits today)