martedì, Dicembre 7contatti +39 3534242011

Orvieto, nuova segnaletica turistica interattiva e moderna

Tempo di lettura: 2 Minutei

Orvieto apre le porte all’innovazione. Grazie ad un nuovo sistema di segnaletica turistica pedonale multimediale e interattiva che vede sparsi per la città oltre 50 cartelli e plance dotati di qr-code, informazioni in italiano e inglese, foto gallery, audio guide e video guida nella lingua dei segni, Orvieto entra di diritto tra le città più interattive e accessibili d’Italia. Con l’aggiunta di tutta l’accessibilità e forza comunicativa della realtà aumentata per raccontare la città a bambini e famiglie, attraverso la mascotte Anna, così chiamata in onore dell’attrice orvietana Anna Marchesini, il tutto attraverso il proprio smartphone.

La nuova segnaletica che è stata apposta sulle pance già esistenti proprio per non perdere l’investimento fatto a suo tempo, è stata presentata “sul campo” ai piedi della Torre del Moro in corrispondenza di uno dei totem già operativi, dalla sindaca e assessora al Turismo, Roberta Tardani e da Leonardo Tosoni, art director di SkyLab. «Una segnaletica più elegante e più chiara – ha affermato Tardani – ma soprattutto finalmente anche più moderna e accessibile. La nuova segnaletica mette a disposizione dei turisti un’ampia gamma di contenuti e attraverso la realtà aumentata si rivolge anche ai più piccoli e alle loro famiglie che così potranno andare alla scoperta della nostra città in maniera diversa e divertente. Questo intervento rientra tra quelli previsti nel progetto ‘Orvieto, un’esperienza aumentata’ cofinanziato dalla Regione Umbria che ci ha permesso anche di realizzare il nuovo piano di marketing territoriale. Prossimo step dello stesso progetto sarà la riqualificazione della segnaletica dei sentieri naturalistici sul territorio e la realizzazione di una app e di una cartoguida con percorsi naturalistici ed esperienziali.»

Undici le attrazioni per il momento censite – Pozzo di San Patrizio, Torre del Moro, Duomo, Museo dell’Opera del Duomo, Museo archeologico nazionale, Museo etrusco “Faina”, Pozzo della Cava, Orvieto Underground, Necropoli del Crocifisso del Tufo, Teatro Mancinelli e Anello della Rupe, per ognuna delle quali sono presenti le informazioni in italiano e inglese, una suggestiva foto gallery, audio guide in italiano e inglese e una video guida Lis, la lingua dei segni. E poi c’è Anna la mascotte in realtà aumentata della Città di Orvieto; inquadrando il disegno con lo smartphone, attraverso l’app Linkar disponibile sia per IOS che per Android, Anna prenderà vita per raccontare aneddoti e storie su Orvieto. Cinque i diversi racconti disponibili: in versione etrusca, esploratrice, turista, medievale e giornalista per onorare Luigi Barzini, il primo inviato speciale della storia del giornalismo italiano anch’esso nato ad Orvieto.

(Visited 16 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *