lunedì, Giugno 14contatti +39 3534242011

Dal 15 Maggio riapre il Museo dell’Opera del Duomo e il Museo “Emilio Greco”

Tempo di lettura: 2 Minutei

Dopo oltre sei mesi, si torna finalmente “a riveder le stelle”, le stelle dell’arte nei tanti luoghi della cultura del nostro Paese, forzatamente chiusi a causa dell’emergenza sanitaria. Da sabato 15 maggio anche il Museo dell’Opera del Duomo di Orvieto e Museo Emilio Greco riaprono i battenti e invitano la comunità e gli amanti dell’arte a partecipare a questo momento importante per la Cultura e per l’identità storica della città.

Sul percorso della “ripartenza” dei Palazzi Papali, che ospitano i maggiori capolavori della raccolta, e del Museo Emilio Greco, sono state e saranno ancora guide d’eccezione i fotografi dell’associazione FotoAma Orvieto. In particolare, le immagini di Marco Mandini e di Filiberto Mariani stanno accompagnando la riapertura, documentando le atmosfere sospese delle sale del museo, e le opere d’arte private delle attenzioni del pubblico. Immagini del tutto inedite che ne restituiscono la suggestione e il fascino e invitano a guardarle con sguardo sempre nuovo e stupito. 
Così, insieme a tanti fotografi che danno espressione viva e attuale all’anima artistica della città, il MODO festeggia la Giornata Internazionale dei Musei 2021 che ICOM dedica quest’anno a un tema cruciale che riguarda tutti noi, la società intera non solo gli studiosi, gli appassionati e i cultori dell’arte, ovvero: “Il futuro dei musei: rigenerarsi e reinventarsi”.

L’obiettivo è quello di ripensare la relazione dei musei con le comunità, il servizio che in esse svolgono accanto e insieme alla Scuola; di aprirsi alla sperimentazione e rinnovare i modelli di esperienza culturale. Oggi più che mai è necessario riaffermare il valore essenziale dei musei nella costruzione di una responsabilità consapevole nei confronti dell’eredità culturale, per un futuro che ne assicuri la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione sostenibile. I Luoghi della Cultura potranno così essere motore per il rilancio e l’innovazione dell’era post-Covid.
“Un futuro che l’Opera del Duomo – spiega il presidente Andrea Taddei – vuole sempre più partecipato, riaprendo il Duomo e i Musei non solo ai visitatori, ma soprattutto alla comunità e alla collaborazione con le istituzioni, le associazioni e il territorio, e con la Scuola grazie a cui non si sono mai fermati i progetti formativi con il museo e l’alternanza scuola-lavoro. Il Duomo e i Musei dell’Opera del Duomo non devono soltanto essere dei luoghi della cultura e dell’arte della nostra città, ma della condivisione e dell’accoglienza”. 

I dettagli e le informazioni per le visite a MODO ed Emilio Greco sono disponibili al sito www.opsm.it, mentre per le info dell’International Museum Day 2021 consultare http://www.icom-italia.org/international-museum-day-2021-il-futuro-dei-musei-rigenerarsi-e-reinventarsi/

(Visited 40 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *