lunedì, Luglio 15contatti +39 3534242011

Premio per il bar “Montanucci” di Orvieto. La stampa estera in Italia premia l’agroalimentare

Tempo di lettura: 2 Minutei

La 19/a edizione del “Premio del Gusto”, dell’Associazione stampa estera in Italia, si è svolta a Perugia ieri sera, sabato 11 novembre.

Le prime edizioni del premio si sono svolte a Roma, ma da qualche anno, la premiazione è diventata itinerante, per valorizzare la ricchezza dei prodotti locali e le particolarità delle regioni italiane.
Dopo un attento confronto con le nuove realtà dell’agroalimentare italiano, la giuria del gruppo – riferiscono i promotori – ha scelto i seguenti vincitori: Silvia Trignani, della Masseria del Parco di Farindola, nel cuore dell’Abruzzo, che prepara un pecorino speciale, unico nel suo genere, coagulando il latte con caglio suino, nella categoria “Miglior produttore”; la rivista on-line “Il Salvagente”, che dal 2015 informa i consumatori dalle sempre più diffuse truffe nel mondo dell’agroalimentare, nella categoria “Miglior divulgatore”, il Frantoio cooperativo di Gradoli “Appo” (Associazione provinciale produttori olivicoli), dedito alla produzione di olio extravergine d’oliva di qualità, nella categoria “Miglior Consorzio” e il Bar Montanucci di Orvieto, nella categoria “Azienda storica in gestione familiare da oltre 100 anni“.


Quest’anno, per la prima volta, il Gruppo del Gusto ha istituito un “Gran Premio Speciale” che consegnerà a Jacopo Fo, con l’intento di evidenziare il suo impegno nella tutela dell’ambiente.
Per i corrispondenti della stampa estera l’agroalimentare e l’enogastronomia sono ormai tra i temi di maggior interesse della loro attività professionale.

La stampa estera in Italia premia l’agroalimentare
Il “Premio del Gusto” a Perugia
PERUGIA, 12 novembre 2023, 12:15

Redazione ANSA

ANSACheck

  • RIPRODUZIONE RISERVATA
  • RIPRODUZIONE RISERVATA
    La 19/a edizione del “Premio del Gusto”, dell’Associazione stampa estera in Italia, si è svolta a Perugia ieri sera, sabato 11 novembre.

Le prime edizioni del premio si sono svolte a Roma, ma da qualche anno, la premiazione è diventata itinerante, per valorizzare la ricchezza dei prodotti locali e le particolarità delle regioni italiane.
Dopo un attento confronto con le nuove realtà dell’agroalimentare italiano, la giuria del gruppo – riferiscono i promotori – ha scelto i seguenti vincitori: Silvia Trignani, della Masseria del Parco di Farindola, nel cuore dell’Abruzzo, che prepara un pecorino speciale, unico nel suo genere, coagulando il latte con caglio suino, nella categoria “Miglior produttore”; la rivista on-line “Il Salvagente”, che dal 2015 informa i consumatori dalle sempre più diffuse truffe nel mondo dell’agroalimentare, nella categoria “Miglior divulgatore”, il Frantoio cooperativo di Gradoli “Appo” (Associazione provinciale produttori olivicoli), dedito alla produzione di olio extravergine d’oliva di qualità, nella categoria “Miglior Consorzio” e il Bar Montanucci di Orvieto, nella categoria “Azienda storica in gestione familiare da oltre 100 anni”.
Quest’anno, per la prima volta, il Gruppo del Gusto ha istituito un “Gran Premio Speciale” che consegnerà a Jacopo Fo, con l’intento di evidenziare il suo impegno nella tutela dell’ambiente.
Per i corrispondenti della stampa estera l’agroalimentare e l’enogastronomia sono ormai tra i temi di maggior interesse della loro attività professionale.

——————————————
Per facilitare, incentivare e rendere più organico il lavoro giornalistico in questo settore sempre più strategico, è nato nel 2002, il Gruppo del Gusto, che promuove tra i giornalisti stranieri in Italia, conoscenza e scoperta del mondo agroalimentare italiano. I valori dell’enogastronomia italiana oggi vengono così raccontati in 24 lingue dai corrispondenti di 34 paesi provenienti dai cinque continenti.


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com