domenica, Giugno 23contatti +39 3534242011

Fori di Baschi, consegnati i lavori: investimento da 12,5 milioni di euro

Tempo di lettura: 2 Minutei
L’intervento prevede la rettifica di due doppie curve lungo la statale “Amerina” e la realizzazione di un sovrappasso ferroviario. Il sindaco Tardani: “Opera strategica per migliorare la sicurezza e i collegamenti, è il risultato della concretezza di Regione, Anas, Ferrovie e Comune” 

(COMUNICAZIONE) ORVIETO – Anas, società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS Italiane, ha consegnato oggi, mercoledì 28 giugno 2023, all’impresa esecutrice Ceprini Costruzioni srl i lavori di miglioramento del tracciato della strada statale 205 “Amerina” tra Orvieto e Baschi, i cosiddetti “Fori di Baschi”, per un investimento complessivo di 12,5 milioni di euro.

Presenti tra gli altri l’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità urbana della Regione Umbria, Enrico Melasecche, il responsabile della Struttura territoriale Umbria di Anas, Lamberto Nibbi, il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani, e quello di Baschi, Damiano Bernardini.

L’intervento – è stato spiegato da Anas – prevede, in particolare, la rettifica di due doppie curve tramite l’allargamento della sede stradale, la realizzazione di un sovrappasso ferroviario e di diverse opere di sostegno al fine di modificare l’attuale configurazione del tracciato, determinato dalla particolare conformazione orografica, dalla presenza del fiume e della linea ferroviaria. I lavori consentiranno di aumentare il raggio di curvatura, la visibilità e soprattutto permetteranno il transito in contemporanea di più mezzi pesanti nelle due direzioni senza creare rallentamenti o interruzioni al traffico. La durata dei lavori è di 815 giorni.

Un’opera strategica sia in termini di sicurezza stradale che di miglioramento della viabilità“, ha commentato il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani. “Si tratta di un intervento di cui si parla da almeno venti anni – ha aggiunto – più volte sollecitato dai cittadini per la pericolosità di quel tratto di strada e dalle associazioni delle imprese del nostro territorio che in quella doppia ‘strozzatura” della viabilità vedevano un ostacolo ai collegamenti con un pezzo importante dell’Umbria e con la E45. Dopo la pandemia, abbiamo ripreso con determinazione i contatti con tutti i soggetti coinvolti per riprendere le fila di un discorso che sembrava finito in una situazione di impasse e il risultato di oggi è il frutto della concretezza della Regione Umbria, dell’assessore Melasecche, di Anas e Ferrovie dello Stato che hanno trovato la soluzione progettuale migliore per risolvere un problema che si trascinava da tempo. Il Comune di Orvieto ha partecipato e seguito dall’inizio questo percorso che darà finalmente la risposta ad una esigenza da troppo tempo rimandata“.

Un investimento importante – ha detto l’assessore ai Lavori pubblici, Piergiorgio Pizzo – che va incontro alle esigenze della comunità e del tessuto imprenditoriale ed economico territoriale. Sarà un cantiere molto complesso perché interessa anche la linea ferroviaria – ha aggiunto – ma da Anas abbiamo avuto rassicurazioni che nella fase iniziale non ci saranno interruzioni della viabilità mentre nella fase successiva in cui si interverrà sulla sede stradale ci si attiverà per limitare al minimo i possibili disagi. Nel frattempo Anas sta anche definendo la progettazione per l’intervento sul ponte sul lago di Corbara, per i lavori di manutenzione stradale all’uscita del casello autostradale di Orvieto e del tratto della statale 71 dalla rotatoria di Orvieto scalo al Ponte dell’Adunata“.


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com