giovedì, Maggio 30contatti +39 3534242011

Orvieto2024. Roberta Palazzetti: “La salute dei cittadini e le promesse elettorali della Sindaca Tardani”

Tempo di lettura: 2 Minutei

di Roberta Palazzetti candidata sindaco comune di Orvieto

La salute dei cittadini e le promesse elettorali della Sindaca Tardani

Sono due cose diverse che magicamente si uniscono a scadenza del mandato. Questo è quello che è emerso dall’intervento della Sindaca Roberta Tardani nell’incontro organizzato da Prometeo sulla sanità orvietana.

Noi non facciamo giudizi di merito, facciamo una fotografia dell’esistente e così faremo per tutta la campagna elettorale.

5 anni fa così scriveva nel suo programma Roberta Tardani, allora candidata Sindaco: “Sulla sanità svolgeremo una forte azione di stimolo per il miglioramento dei servizi … pretenderemo il rispetto degli standard qualitativi, quantitativi, strutturali, tecnologici, previsti dalle normative ministeriali, relativi ai presidi sede di Dipartimento Emergenza-Accettazione (DEA) di 1° livello, qual è il nostro ospedale”. E poi miglioramento delle liste d’attesa, il CUP, potenziamento delle strutture territoriali.

Sono passati 5 anni e niente di tutto questo è stato fatto.

Le liste d’attesa sono aumentate e il 60% dei pazienti si rivolge al settore privato per avere le prestazioni sanitarie di cui avrebbe diritto nel settore pubblico.

L’organigramma di medici, infermieri ed operatori sanitari raggiunge punte del 30% di sottorganico, il che significa che non c’è abbastanza personale per assistere i pazienti e quello che c’è fa sacrifici enormi per coprire le criticità. A tutti loro va il nostro apprezzamento e la nostra gratitudine.

Al consultorio manca il ginecologo, e non è un dettaglio. I medici vanno via, perché non ci sono le strutture per svolgere adeguatamente la professione e non ci sono prospettive di crescita professionale.

Il laboratorio di emodinamica è stato votato all’unanimità dal Consiglio Regionale dell’Umbria nel 2020; incredibilmente solo 3 anni dopo è stato votato dal Consiglio Comunale di Orvieto; ma ancora non è stato avviato nessun processo per la sua realizzazione.  

Nessun investimento è stato fatto per il Distretto Sanitario di Via Postierla, che risulta anche da un punto di vista strutturale un presidio al di sotto del minimo degli standard qualitativi.

Nulla è stato fatto per la telemedicina.

Dopo 5 anni, a tre mesi dalle prossime elezioni, così promette Roberta Tardani, oggi sindaco uscente e nuovamente candidata: “L’ex ospedale di Orvieto diventerà casa di comunità e ospedale di comunità …”.

Ancora promesse.


SOSTIENI L'INFORMAZIONE ORVIETANA.
SOSTIENI ORVIETO24/ORVIETOSPORT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com